Ecco “Narin Camp” da Lecce a Leuca, riflessioni corali su temi attuali (e anche difficili)

Articolo pubblicato su PiazzaSalento.it

CASTRIGNANO DEL CAPO. Venerdì 4 agosto alle ore 18, la seconda edizione del “Narin Camp” fa tasppa a Lecce dopo aver accolto giovedi pomeriggio giovani provenienti da tutta Italia. Il campeggio estivo collegato al “ Treno della Memoria” è organizzato dall’ associazione Tdf-Mediterrana in collaborazione con l’associazione Treno della Memoria. A Lecce si terrà il primo degli incontri pubblici che vedranno protagonisti oltre 100 partecipanti e diversi ospiti. Ad inaugurare edizione è stato il Sindaco di Lecce Carlo Salvemini. Poi la discussione sul tema “Il sistema carcerario in Italia: percorsi di riabilitazione e condizioni di detenzione” con la proiezione del reportage Io Ci Provo – “Quando il teatro entra in carcere” di Imovepuglia.tv con Lara Napoli, il Centro teatrale aperto “Io Ci Provo” – Il racconto di 10 anni in carcere con Paola Leone, ideatrice e regista di “Io ci Provo” e l’ Associazione Antigone che si batte per i diritti e le garanzie nel sistema penale. Patrocinano l’iniziativa Università del Salento e Comuni di Lecce, Tricase, Andrano, Castrignano dei Greci e Castrignano del Capo. La tappa leccese è stata realizzata grazie al sostegno di Axa Cultura, “Analfabetismo funzionale” è il tema del 5 agosto a Santa Maria di Leuca, nella sede della Pro loco di Leuca. Workshop con Valeria Dell’Anna, responsabile del Sistema bibliotecario provinciale di Lecce; Workshop con Gigi De Luca, direttore del polo bibliomuseale della Provincia di Lecce e incontro pubblico con “Lercio”, sito che prende di mira la cattiva informazione e le “bufale”, con Adelmo Monachese. Ad “Ambiente + caporalato” tocca il 6 agosto, Castrignano de’ Greci, Castello baronale. Si parte da un comitato Cittadini e Lavoratori liberi e pensanti che riunisce operai Ilva, lavoratori, disoccupati, precari, studenti, professionisti e cittadini che per la prima volta pretendono di essere al centro di ogni decisione politica sul futuro di Taranto. Vi partecipa il Comitato No-Tap e il Comitato “No al carbone”, movimenti “che lottano per ridare dignità ad un territorio depredato dalle lobby dell’industria chimica ed energetica, dal petrolio e dal carbone”, come si legge in una nota degli organizzatori. Chiude la visione del documentario “C’è di mezzo il mare“, una produzione Arci Lecce per la regia di Giuseppe Pezzulla. L’idea è quella di restituire un volto, un nome, una storia, al fenomeno della migrazione mediante delle interviste ai ragazzi rifugiati e richiedenti asilo che vivono nel Salento. A seguire intervento di Anna Caputo, presidente di Arci Lecce. La “Politica internazionale” è il piatto forte del 7 agosto in piazzetta delle Agavi, Marina di Andrano: WorkShop con Eliana Augusti, ricercatrice in Storia del diritto medievale e moderno presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università del Salento; WorkShop con Emergency & Amnesty; incontro pubblico sul tema “Africa – nuova porta dell’immigrazione“ con il prof. Daniele De Luca, docente di Storia delle relazioni internazionali presso Università del Salento; Fausta Speranza, giornalista de “L’Osservatore Romano” e vincitrice per l’Italia, sessione radio, del Premio Giornalismo del Parlamento Europeo 2011; Giulio Gambino, direttore del The Post Internazionale, giornale online specializzato nell’attualità internazionale. Altro tema d’attualitù “L’Eutanasia l’8 agosto a Tricase, Sala del trono di Palazzo Gallone: Workshop sulle differenze tra eutanasia, testamento biologico e suicidio assistito con Matteo Mainardi – associazione Luca Coscioni – coordinatore nazionale della campagna “Eutanasia Legale”. Incontro pubblico su “Legge sul fine vita: una responsabilità scomoda” con il prof. Attilio Pisanò, docente di Diritti umani presso Università del Salento; Matteo Mainardi; Mina Welby; “Dopo la morte del marito Piergiorgio ha seguito la volontà dello scomparso e continua a testimoniare nei dibattiti pubblici l’importanza di temi come l’autodeterminazione della persona, le scelte di vita e fine vita, nonché la rilevanza di un’assistenza adeguata alla persona malata e la vita indipendente della persona disabile”. L’ultima giornata è dedicata alla “Omogenitorialità”, il 9 agosto a Santa Maria di Leuca, presso la Pro Loco di Leuca. In programma “LeA – Liberamente e Apertamente”, associazione di volontariato LGBTQI); associazione Famiglie Arcobaleno; Dario Accolla, attivista per i diritti delle persone Lgbt. Fondatore del sito di informazione gaypost.it, blogger su linkiesta.it e ilfattoquotidiano.it; dott.ssa Filomena Patrizia Carrozzo, psicologa. I saluti e l’appuntamento per l’anno prossimo il 10 agosto mattina a Leuca con una assemblea plenaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *