Presentati tremila emendamenti, l’esame del Biotestamento slitta ancora

IlSecoloXIX.it – «Seppur nella prima settimana di luglio i capigruppo in Senato avessero calendarizzato la discussione in Aula del testamento biologico per il 25 luglio, la promessa – commentano Mina Welby e Matteo Mainardi, co-presidente e membro di Giunta dell’associazione – è stata tradita”.

Il biotestamento slitta a settembre

IlFoglio.it – Intanto Mina Welby e Matteo Mainardi, rispettivamente co-presidente e membro della giunta dell’associazione Luca Coscioni, lanciano l’allarme: “La legge rimane ostaggio della Commissione dove solo da questa settimana inizierà l’esame degli emendamenti dopo una sospensione di quasi un mese”.

Su eutanasialegale.it possibile contattare i parlamentari

MilleUnaDonna.it – Seppure nella prima settimana di luglio i capigruppo in Senato avessero calendarizzato la discussione in Aula del testamento biologico per il 25 luglio, la promessa potrebbe essere subito tradita”. E’ quanto affermano Mina Welby, co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni, e Matteo Mainardi, membro di Giunta dell’Associazione.

Biotestamento: istituito a Pomezia il registro dei testamenti biologici

IlCorriereDellaCittà.com – «Si tratta di un momento importante per la vita della nostra comunità perché d’ora in poi ogni cittadino residente nel nostro Comune potrà depositare, senza rivolgersi a un notaio, le volontà sul proprio fine vita», specifica Giuseppe Di Bella, Consigliere generale dell’Associazione Luca Coscioni che più di un anno e mezzo fa aveva lanciato l’iniziativa con tavoli di raccolta firme e incontri a cui hanno partecipato anche Mina Welby, co-presidente dell’ALC e Matteo Mainardi, coordinatore nazionale della campagna EutanaSIAlegale.

Biotestamento. Medici e notai in piazza per il Sì alla legge

IL DUBBIO – «È importante che la legge venga approvata affinché le disposizioni anticipate di trattamento, che oggi hanno validità solo in un’aula di tribunale, diventino per legge vincolanti e che in questo modo al paziente sia garantito il rispetto della propria volontà», spiegano Mina Welby, co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni, e Matteo Mainardi, coordinatore della campagna Eutanasia Legale.

L’Italia lontana dall’Europa su aborto e fine vita

Left.it – “Di fronte a questa urgenza sociale e per evitare che si affermi la strategia del rinvio continuo portiamo il testamento biologico nelle piazze: a Milano, Roma, Firenze e Bologna medici e notai saranno a disposizione dei cittadini per informarli e dare loro la possibilità di autenticare gratuitamente le proprie disposizioni anticipate di trattamento”, dice Mina Welby, co-presidente dell‘Associazione Luca Coscioni, con Matteo Mainardi, coordinatore della campagna Eutanasia Legale.

Biotestamento, scontro sull'eutanasia: la legge slitta di un'altra settimana

IlMessaggero.it – «Nonostante l’ostruzionismo della politica la nostra battaglia continua», dicono Mina Welby, co-presidente dell’Associazione Luca Coscioni, e Matteo Mainardi, coordinatore della campagna Eutanasia Legale, «è importante che la gente sia informata sui diritti che ha e su come tutelarli».

Mina Welby in marcia davanti al Parlamento per l’eutanasia legale

RomagnaNoi.it – Con lei alternandosi durante la notte Filomena Gallo, segretario dell’Associazione Coscioni, Marco Cappato, tesoriere, Carlo Troilo, consigliere generale, Rocco Berardo, membro di giunta, Matteo Mainardi, coordinatore della campagna Eutanasia Legale, Riccardo Magi, consigliere comunale radicale al Campidoglio, Laura Arconti, presidente di Radicali Italiani, Paolo Izzo, segretario di Radicali Roma, e decine di militanti e cittadini che chiedono la calendarizzazione della proposta di legge di iniziativa popolare per la liceità dell’eutanasia e il testamento biologico.

Eutanasia, Ass. Coscioni: domani Mina Welby inizia girotondo di 20 ore intorno a Governo e Parlamento

radicali.it – Con Mina Welby ci saranno Filomena Gallo, Segretario del’Associazione Luca Coscioni, Marco Cappato, promotore della campagna EutanasiaLegale, Matteo Mainardi, coordinatore della campagna, Carlo Troilo, consigliere generale dell’Associazione Luca Coscioni, Chiara Rapaccini, compagna del regista Mario Monicelli, Francesco Lizzani, figlio del regista Carlo Lizzani e i cittadini che hanno aderito.